Il ritorno del derby Ares: Spartans@Makhai

Il derby Ares vs Ares, che quest’anno si verifica anche nella categoria Ragazzi tra Greek e Cratos che giocano nello stesso girone, ha dei rituali abbastanza comici: la squadra di casa arriva prima, si posiziona nel dugout di prima base e comincia a scaldarsi, gli ospiti arrivano una mezz’oretta dopo , si piazzano nel dugout di terza base e guardano gli altri con aria di sfida. Tutta scena, perché poi siamo tutti amici e ci alleniamo tutti insieme ed è veramente difficile giocare con grinta e determinazione. Gara 1 è una partita combattuta però a colpetti delicati: 1 sola valida per gli Spartans, ad opera di Michele Rizzo, e poco di più per i Makhai , fra i quali brilla Lorenzo Reggiani che spara un bel doppio. Visto che le mazze non suonano, è la difesa che fa la differenza e per 3 errori in diamante gli Spartans riescono a vincere con un 3-0 non troppo meritato.


Gara 2 è sicuramente più movimentata, c’è più vita nel box di battuta da entrambe le parti e si vede qualche bella giocata difensiva. Gli Spartans riescono ad essere più produttivi dei Makhai e vincono questa seconda partita per 12-6. Esaminando la prestazione di tutti i giocatori in campo si può concludere che molti Makhai devono fare uno sforzo per usare in partita quello che sanno fare in allenamento, e per far ciò non serve nulla di speciale, basta sfoderare un po’ di grinta, mantenere la concentrazione e applicare i fondamentali corretti. Gli Spartans devono invece imparare ad affrontare ogni partita al 100% , non sottovalutare mai nessuna squadra e nessun lanciatore avversario: ogni turno di battuta è importante, ogni palla prendibile è da prendere e da tirare con precisione. Come disse “Shoeless” Jackson il baseball è facile, basta essere un giocatore di baseball…

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento