Archive del 20 settembre 2017

Beve analisi della regular season 2017

Nei due gironi – A e B – della regular season 2017 Under 15 , si sono viste più o meno le stesse cose: squadre con un livello tecnico elevato, composte da molti giocatori al terzo anno di esperienza nella categoria, squadre composte da svariati esordienti nel “campo grosso” , con giovani lanciatori passati dalla pedana piatta del campo “ragazzi” a oltre 18 metri sopra un monte  faticando non poco. il risultato? Molte brutte partite, poche belle partite. Sarebbe bastato suddividere le squadre nei due gironi in maniera più omogenea tenendo conto del livello tecnico, ad es. un Girone A , composto dalle  squadre di esordienti, nel quale i lanciatori possono lanciare da 16 metri (ex misura allievi) , e un Girone B composto dalle squadre all’ultimo anno o comunque di livello tecnico più elevato ( magari con il doppio incontro, come nel 2015 e 2016) Sarebbe una soluzione da sperimentare, perché consentirebbe a tutti di giocare al proprio livello, senza stravincere e senza straperdere, dando vita a partite più equilibrate. Certo, scegliere di giocare il campionato nel girone “in deroga” – ovvero con i lanciatori a 16m – implica che non si può partecipare alle Finali Nazionali. Ma la domanda è : se la tua squadra riesce a fatica a vincere due o tre partite in campionato, a quali Finali Nazionali aspiri? E i lanciatori provenienti dalla categoria U12,  lanciando da 16m non si sfondano il braccio, tirano più strike, e non è poco! Comunque, vediamo come sono andate le nostre tre squadre Under 15:

Girone B

gli Athenians: hanno faticato un pochino – chi più chi meno – a prendere confidenza con il campo grande e con il monte di lancio, ma le mazze hanno cominciato a girare e a fine campionato si sono viste cose pazzesche, una su tutte la vittoria contro i fratelli Makhai che sono stati letteralmente presi in contropiede dalla grinta degli Ateniesi. Andate avanti così che andate bene! Risultato stagionale: 7° classificato \ 3 partite vinte, 11 partite perse

i Makhai : erano partiti benissimo ma hanno dovuto far fronte ad assenze imprevedibili – non tutti rinunciano al weekendino per far giocare il figlio – e ad un paio di infortuni , fra cui il lanciatore partente Francesco Maffi, fuori gioco per più di metà stagione. Fabio Casiraghi e Mario Bianchini hanno dovuto inventarsi delle contromosse e ci sono riusciti benissimo, facendo sperimentare più ruoli ai ragazzi e usando la season come laboratorio per farli crescere. Un’idea eccellente. Risultato stagionale: 6° classificata \ 4 partite vinte, 10 partite perse

Girone A

gli Spartans : ottima stagione “a 1000″ con tutte le partite vinte,  però in un girone fatto da molte squadre esordienti che sono state degli avversari un po’ troppo deboli. E cosa implica? Che se vinci facile il campionato, poi rischi di uscire al primo turno di Finali Nazionali, dove si giocano sempre due partite da 7 inning, senza limite di tempo, e sono tutte veramente toste. Risultato stagionale : 1°classificata \ 14 partite vinte