Archivi per la categoria ‘Il gazzettino’

Le FINAL FOUR per il titolo nazionale : il 1 ottobre a Modena

La novità più importante dei Campionati Giovanili 2017 è che le Final Four per l’assegnazione del titolo nazionale si giocheranno in contemporanea nella stessa sede, una per il baseball ed una per il softball. Modena, per il batti e corri al I campi di Modena e Sala Baganza visti da Google Mapmaschile, e Sala Baganza, per il softball, le location scelte per trasformare la manifestazione sportiva in un evento di interesse nazionale dove si riuniranno le squadre e i giovani più promettenti del movimento. Una scelta che, insieme alla programmazione delle finali del Trofeo Coni a cui la FIBS ha aderito dal 21 al 24 settembre, ha portato a cambiare le date iniziali previste per le Final Four adesso programmate per domenica 1 ottobre Modena, che può contare su un trifoglio, giocheranno le categorie Under 18, Under 15 Under 12 baseball che vedranno coinvolte 12 squadre con ragazzi dagli 11 ai 18 anni e apriranno al mattino con le semifinali per lasciare poi spazio alle finali per il tricolore, mentre a Sala Baganza saranno impegnate CadetteRagazze con 8 squadre e atlete dagli 11 ai 16 anni.In entrambi i casi al termine dell’ultima finale avverranno le premiazioni sul campo per tutte le squadre partecipanti alle Final Four, altra novità del 2017, alla presenza di dirigenti federali.

Beve analisi della regular season 2017

Nei due gironi – A e B – della regular season 2017 Under 15 , si sono viste più o meno le stesse cose: squadre con un livello tecnico elevato, composte da molti giocatori al terzo anno di esperienza nella categoria, squadre composte da svariati esordienti nel “campo grosso” , con giovani lanciatori passati dalla pedana piatta del campo “ragazzi” a oltre 18 metri sopra un monte  faticando non poco. il risultato? Molte brutte partite, poche belle partite. Sarebbe bastato suddividere le squadre nei due gironi in maniera più omogenea tenendo conto del livello tecnico, ad es. un Girone A , composto dalle  squadre di esordienti, nel quale i lanciatori possono lanciare da 16 metri (ex misura allievi) , e un Girone B composto dalle squadre all’ultimo anno o comunque di livello tecnico più elevato ( magari con il doppio incontro, come nel 2015 e 2016) Sarebbe una soluzione da sperimentare, perché consentirebbe a tutti di giocare al proprio livello, senza stravincere e senza straperdere, dando vita a partite più equilibrate. Certo, scegliere di giocare il campionato nel girone “in deroga” – ovvero con i lanciatori a 16m – implica che non si può partecipare alle Finali Nazionali. Ma la domanda è : se la tua squadra riesce a fatica a vincere due o tre partite in campionato, a quali Finali Nazionali aspiri? E i lanciatori provenienti dalla categoria U12,  lanciando da 16m non si sfondano il braccio, tirano più strike, e non è poco! Comunque, vediamo come sono andate le nostre tre squadre Under 15:

Girone B

gli Athenians: hanno faticato un pochino – chi più chi meno – a prendere confidenza con il campo grande e con il monte di lancio, ma le mazze hanno cominciato a girare e a fine campionato si sono viste cose pazzesche, una su tutte la vittoria contro i fratelli Makhai che sono stati letteralmente presi in contropiede dalla grinta degli Ateniesi. Andate avanti così che andate bene! Risultato stagionale: 7° classificato \ 3 partite vinte, 11 partite perse

i Makhai : erano partiti benissimo ma hanno dovuto far fronte ad assenze imprevedibili – non tutti rinunciano al weekendino per far giocare il figlio – e ad un paio di infortuni , fra cui il lanciatore partente Francesco Maffi, fuori gioco per più di metà stagione. Fabio Casiraghi e Mario Bianchini hanno dovuto inventarsi delle contromosse e ci sono riusciti benissimo, facendo sperimentare più ruoli ai ragazzi e usando la season come laboratorio per farli crescere. Un’idea eccellente. Risultato stagionale: 6° classificata \ 4 partite vinte, 10 partite perse

Girone A

gli Spartans : ottima stagione “a 1000″ con tutte le partite vinte,  però in un girone fatto da molte squadre esordienti che sono state degli avversari un po’ troppo deboli. E cosa implica? Che se vinci facile il campionato, poi rischi di uscire al primo turno di Finali Nazionali, dove si giocano sempre due partite da 7 inning, senza limite di tempo, e sono tutte veramente toste. Risultato stagionale : 1°classificata \ 14 partite vinte

Domenica 22: Bollate@Spartans!

Mentre i Makhai hanno il turno di riposo, gli Spartans riceveranno la visita del Bollate 1959 , rivali-amici con cui ormai da tempo scaturiscono delle belle sfide di baseball. Accorrete numerosi al Saini : alle ore 10.00 gara 1 e alle ore 13 gara 2,  non mancate!

Spartans in semifinale per il Titolo Nazionale, Makhai al via della Coppa Regione

Settembre caldo, però non in senso atmosferico, per le due squadre allievi Ares, entrambe impegnate in concentramenti di una certa intensità: sabato 12 e domenica 13 gli Spartans saranno a Sanmartino Buonalbergo per un quadrangolare di fuoco, ovvero le semifinali per il titolo Nazionale, contro il Sanmartino Junior, il Cervignano e la Crazy Sanbonifacese, mentre i Makhai saranno al Saini domenica 13 per il triangolare che apre la fase eliminatoria della Coppa Regione Lombardia, contro il Cipi Sannazzaro e gli Old Rags Lodi. In bocca al lupo, giovani Ares!

Al via la stagione 2015: due squadre Ares nello stesso girone Allievi!

Proprio così,  due squadre Allievi Ares giocheranno nello stesso girone insieme al Milano ’46 e al Bollate 1959, un girone di sole 4 squadre che si affrontano in doppi incontri domenicali (ore 10.30 e ore 13) con la formula andata-ritorno-andata, totalizzando 18 partite di regular season. Perché solo 4 squadre? Perché tutte le altre società non se la sentivano di giocare i doppi incontri. Dunque, le società  si lamentano che i nostri giovani giocano poco e quando c’è la possibilità di giocare di più…boh, mistero. Intanto vediamo come sono formate le due squadre Allievi:  i Makhai, sotto la guida di Fabio Casiraghi e Renato Sabato, sono formati da alcuni allievi che già militavano nei Makhai 2014,  integrati da tutti i giovani che sono passati dai ragazzi Greek 2014 alla categoria superiore, più alcuni neotesserati;  gli Spartans , sotto la guida di Faso&Afro, sono di fatto la reunion dei famosi Ragares, ovvero la squadra Ragazzi che nel 2013 è arrivata alle finali per il titolo italiano (il risultato migliore conseguito da una giovanile Ares).  Tornando al campionato, la formula “a quattro” comporterà ben 3 derby interni Ares Spartans vs. Ares Makhai, ed il primo è stato proprio l’Opening Day, al Saini, domenica 12 aprile. La giornata si è conclusa con due vittorie degli Spartans, ma i Makhai si sono comportati molto bene e bisogna considerare che fra loro ci sono molti giocatori con pochissima esperienza. L’idea di avere due squadre nel girone più impegnativo nasce proprio da una riflessione fatta da i tecnici di entrambe le squadre: meglio giocare poco contro le squadre “più facili” oppure giocare tanto contro le squadre “più difficili”?  Non ci sono stati dubbi: meglio giocare contro gli avversari più tosti, è così che si impara. In questo senso i Makhai dovranno faticare un po’ di più per uscire dal campo vincitori, ma siamo tutti convinti che hanno i numeri per farlo, e far parte di una squadra omogenea che deve crescere insieme sarà un’interessante e proficua esperienza per tutti i giocatori.

Figurine Ares 2012

Ebbene sì, avete capito bene! L’iniziativa clou di quest’anno è la raccolta di figurine della vostra società del cuore, insomma l’album delle figu. Grazie ai contatti del nostro presidentissimo, prende il via questa nuova iniziativa. Come funziona? Molto semplice, noi facciamo le foto, le prepariamo a nostro piacimento e la Footprint ci stampa album e bustine di figurine.
Chi: tutti i giocatori di tutte le squadre Ares (ragazzi, allievi, cadetti, nwl, b)
Quando: ogni categoria si organizzerà secondo disponibilità.
Per quanto riguarda la serie B e la NWL, l’iniziativa prenderà il via sabato 31 marzo al campo di Lodi, continuando domenica 1 aprile sul nostro campo di casa durante l’amichevole B vs NWL.
Fate di tutto per essere presenti al campo in alta uniforme, oppure come più vi piacerà apparire sulle figurine!

Il sogno del baseball milanese

I prossimi avversari: Rajo Rho

Appuntamento il 3 aprile alle 10 al Centro Sportivo Saini in via Corelli a Milano per il primo match casalingo che vedrà gli allievi dell’Ares Milano affrontare il Rajo Rho.

La Storia della Rajo
Il 29 Settembre 1988 viene fatta a Bollate la fusione tra la società Ambrosiana Bollate Baseball (fondata nel 1968) e la società Rajo Deportivo Baseball Bollate (fondato a sua volta nel 1976), dalla quale nasce la nuova società Rajo Ambrosiana Baseball Bollate. Nel 1993 la Squadra ottiene la promozione in serie B ma tredici vittorie non bastano per salvarsi e nel 1994 retrocede in serie C-1. Nel 1995 la Rajo Ambrosiana torna in serie B Tra il ’95 e il ’97 il Rajo conduce dei campionati di serie B in “zona tranquillità”.

Inizio degli anni “d’Oro”
Nel 1998 la Rajo Ambrosiana dopo numerose riunioni si unisce con il Milano46, squadra di A-2, tenendo però separate le due formazioni. Grazie al grande aiuto economico della Rajo Ambrosiana il Milano 46 viene promosso in A-1 e milita in questa categoria per un anno. Nell’Ottobre 1999 la Rajo Ambrosiana si fonde con il Rho Baseball (fondato nel 1974), cambiando il proprio nome in Rajo-Rho. Finalmente la Rajo trova un campo da baseball agibile sette giorni su sette, al contrario di quello comunale di Bollate: pieno di problemi tecnici e da dividere con un’altra società. Nel Febbraio del 2000 Milano46 e Rajo Ambrosiana decidono di separarsi, intanto la fusione tra Rajo e Rho funziona alla perfezione e la squadra ottiene ottimi risultati sia nei settori giovanili che in prima squadra. Il numero degli atleti è raddoppiato e la società si dimostra molto promettente. Nel 2001 nasce una nuova società legata alla Rajo-Rho solo per la dirigenza e il nome: la Rajo-Saim, che porta il nome del glorioso sponsor della società. Nel 2002 Rajo-Rho viene ammessa dalla F.I.B.S. alla serie A-2, partecipando per la prima volta in questo prestigioso campionato, classificandosi decima su dodici e raggiungendo quindi l’obbiettivo salvezza. Nel 2003 il Rajo-Rho partecipa al compionato di A-2 vincendolo: accede ai Play Off e, battendo Imola 3 a 1, viene promossa nella massima serie italiana: la A1.

Ecco il nuovo blog degli allievi dell’Ares Baseball

Milano è la culla del baseball.

Ciao a tutti, benvenuti nel blog dedicato alla squadra degli allievi dell’Ares e a tutto ciò che li riguarda.

In questa sezione inseriremo le cronache, i calendari, le classifiche, le foto e filmati di questi aggueritissimi giocatori nati tra il 1996 e il 1998.

Il campionato Lombardo inizierà il 26 marzo 2011 anche se i nostri atleti per quella data osserveranno un turno di riposo.

Anche quest’anno la regular season sarà divisa in due gironi con rispettivamente 5 e 6 squadre ai nastri di partenza.

Girone A: ARES MILANO, BOLLATE B.C. 1959, CODOGNO ’67, RAJO RHO, BULLDOGS ATHLETICS CLUB

Girone B: SARONNO B.C, SENAGO MILANO UNITED, B.S.C. LEGNANO, MALNATE VIKINGS A.S.D, CLUB ALTOPIANO B.S. SEVESO, MILANO 1946

La regular season terminerà nel weekend tra il 4 e il 5 giugno.

Facciamo un grandissimo in bocca al lupo ai nostri ragazzi e al loro staff tecnico guidato da Max Acquafresca.

Go Ares!

Walther Matthau e Tatum O'Neal in una scena da "Che botte se incontri gli orsi"